ARCIPELAGHI

Arcipelaghi è un progetto di ricerca del MUSSS, volto ad indagare il territorio del Parco Sasso Simone e Simoncello, invitano fotografi, illustratori, videomaker, artisti ma anche storici, geografi, chiunque sia interessato a sperimentare nuove pratiche di ricerca e divulgazione, a passare alcuni giorni a Pennabilli per esplorare il territorio del Parco.

A tale scopo il Musss propone alcuni temi di indagine, offre informazioni, bibliografie, guide locali capaci di indirizzare i ricercatori verso i luoghi più rappresentativi per le tematiche scelte e di fornire loro informazioni di carattere geografico, storico, geologico, indentitario.

L’obiettivo del progetto è quello di trovare modalità di dialogo tra territorio, cittadini e istituzioni, attraverso linguaggi comprensibili a tutti, che offrano suggestioni e punti di partenza, che fanno domande più che fare risposte.

Antonio Di Cecco

14-17 aprile 2016

Antonio Di Cecco è un fotografo aquilano, si occupa di fotografia di paesaggio urbano e architettura, oltre all’analisi dei processi di antropizzazione dei luoghi. Da marzo 2016 fa parte del gruppo di ricerca ’Topologie del Terremoto. Luoghi, soggetti, istituzioni e rappresentazioni del disastro’ presso il Kunsthistorisches Institut in Florenz [Max-Planck-Institut]. Nel maggio 2015 le immagini del suo progetto ’In Pieno Vuoto. Uno sguardo sul territorio aquilano’ entrano a far parte dell’archivio dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione. E' rappresentato dall'Agenzia Contrasto

www.contrastiurbani.it

 

Fabio Barile 

14-17 aprile 2016

Fabio Barile è un fotografo pugliese che sta a Roma. 
Diplomato in fotografia alla Fondazione Studio Marangoni di Firenze, nel 2009 è stato selezionato tra i finalisti di Atlante Italiano 007

Per il Musss ha lavorato sugli aspetti geologici del Parco. 

www.fabiobarile.com

 

Silvia Serina

23 gennaio-14 febbraio 2016

Silvia Serina, anima rotolante, graphic designer vocata alla sostenibilità, all’ecologia ed all’educazione alla naturalità.

Per il Musss si è occupata di lavorare alle nuove didascalie, per raccontare gli animali presenti nella collezione, con informazioni, dati e aneddoti.
..e poi laboratori, incontri, raccolta di erbe, buona cucina ecc ecc

www.arollingsoul.wordpress.com

Monica Gori

Monica Gori, illustratrice riminese, lavora sul divertente, sugli aspetti accattivanti di persone cose e animali (città, cantanti,frutti o fiori.. poi alla fine si fa il totale!), sul paradosso, sul caso, sui bambini e le loro assurdità, sulla cucina, sull'amore e le tenerezze, sull'esistenza, la vita e il suo corso, sui buchi in testa..

Per il Musss ha creato le illustrazioni presenti in questo sito, disponibili al Museo anche in formato cartaceo..

www.monicagori.wordpress.com

 

Andrea Papi

8-13 dicembre 2015

Andrea Papi è un fotografo di Roma. 

Per il Musss sta lavorando sul tema del confine, a partire dalle stratificazioni storiche del territorio, fino alla percezione del confine ai giorni d'oggi. 

www.andreapapistudio.tumblr.com

Giacomo Streliotto

5-8 dicembre 2015

Nato nel 1986, vive e lavora in provincia di Padova, Italia. Dopo una laurea breve in Arti Visive allo IUAV di Venezia studia fotografia dei Beni Culturali all'ISIA di Urbino. Usa la fotografia come mezzo di indagine e di riflessione sul paesaggio ed è interessato alla storia e alla complessità dei luoghi e all'interazione dell'uomo con questi, tanto quanto alle ambiguità (e potenzialità) della fotografia come mezzo di rappresentazione.

Per il Musss ha indagato il corso del torrente Messa, evidenziandone le trasformazioni lungo il percorso e le interazioni con lo spazio abitato, sul concetto di stratificazione, di accumulo, su come natura dialoga con cultura e viceversa. 

www.giacomostreliotto.com

Zoographer

10-11 ottobre 2015

Zoographer è un progetto di Francesca Andriani, Luca Carrara,  Matteo Stocco. 

Una performance video con le animazioni ricavate dai disegni di artisti e pubblico, ritraenti animali reali o di fantasia, proiettati sui muri delle città, che diventano strumenti di interazione fra pubblico e spazio architettonico. 

Uno zoo animato che vuole liberare la nostra immaginazione ma anche le nostre riflessioni su ciò che ci circonda.